Vivere l’Albania

Approfondimento

Vivere l’Albania

Nel corso del 2019 la troupe di Kube studios, guidata dallo staff di Cesvi Albania, si è recata tra Përmet, Berat, Skrapar ed Argirocastro per incontrare alcuni membri dei consorzi nati all’interno del progetto Trec.

A Përmet hanno chiaccherato con Altin nel suo bunker-caseificio situato nei dintorni di Përmet; hanno assaporato la tradizione vitivinicola della famiglia Bejko o quella della produzione di gliko (Presìdio Slow Food) portata avanti da Eftila nel laboratorio “Almeg”; Urim, proprietario del ristorante “Antigonea” nonché cuoco membro dell’Alleanza Slow Food dei cuochi d’Albania, ha spiegato l’importanza di tramandare le antiche ricette della zona; Anesti mostra con orgoglio i suoi manufatti in rame, oro e argento.

Il sottotitolo scelto per il capitolo dedicato a Berat è “non solo Unesco”: accanto alle bellezze culturali della cittadella racchiusa tra le mura del castello, la città è famosa anche per l’artigianato locale di cui parla Adelina dell’associazione Margherita; Arbër ci fa scoprire la millenaria tradizione dell’ulivo, presente in questa zona sin dai tempi dei greci.

Krenar, responsabile dell’ufficio turistico di Skrapar, ci conduce tra le attrazioni naturalistiche dell’area, dalla grotta di Pirogosh al canyon di Skrapar.

Infine Manjola, leader del Convivium Slow Food Gjirokastra, ci racconta della sua ultima sfida:  EDUA, negozio-bistro aperto tra le vie lastricate del vecchio Pazar, offre un’ampia selezione di prodotti provenienti soprattutto dalle campagne circostanti come erbe medicinali, raki, pasta fatta in casa e altre specialità gastronomiche che possono essere acquistate o direttamente gustate nel piccolo ristorante al piano superiore del negozio.

 

Approfondisci

Consorzio Argirocastro

Argirocastro